Pubblicazioni

Una storia sentimentale anomala foriera di sviluppi inaspettati

Il professore di italiano

L’ultimo Libro di Marcello Signorini

Il romanzo narra la storia di un Professore Liceale, quasi sessantenne, vedovo con due figli già grandi, che vive in provincia di Siena. Un giorno, di ritorno da scuola, incontra sulla Superstrada Siena-Grosseto una bella ragazza, ventenne, che sta facendo l’autostop per recarsi a Roma da una sua amica.

I due cominciano a frequentarsi e ad interessarsi l’uno della vita dell’altra. La ragazza vede in lui il padre che ha perso quando era ancora un’adolescente. Il Professore riscopre nella giovane l’amore filiale di una volta.

Nascono così spontanei questi tre quesiti, che in fondo sono alla base del racconto:

  • può sopravvivere nel tempo l’amicizia fra un uomo e una donna che si frequentano, oppure l’amicizia è destinata a trasformarsi in qualcos’altro?
  • e se poi sussiste una forte differenza di età, questa differenza può intralciare pesantemente il rapporto tra i due personaggi?
  • e infine è meglio credere al Fato o al Libero Arbitrio?

La storia si dipana in forma di “NARRAZIONE INTERCALATA”.

Il Professore racconta, in 1a persona al passato, le vicissitudini intervenute nel rapporto con la ragazza (descritte in corsivo); contemporaneamente lo stesso Professore è ritratto, in 3a persona, al presente, nel trascorrere della sua vita attuale (in caratteri normali).

Così nella narrazione una parte agisce sull’altra e l’“incontro” è medium del racconto ed elemento dell’intreccio.

Il romanzo diventa perciò la narrazione di una storia e la storia di una narrazione.

Titolo Libro

Elegie

Raccolta di poesie illustrate

Il sogno incantato

“Il sogno incantato” è un racconto romanzato dove si intrecciano sogno e realtà intorno al protagonista, Riccardo, giovane studente moderno alle prese con i problemi tipici della sua giovinezza, e lo stesso personaggio che, in sogno, vive un’avventura romantica e fantastica nell’Inghilterra del XIII° secolo, nella Contea di Nottingham, la terra di Robin Wood. Nel sogno Riccardo vive un’esperienza surreale tra draghi, uomini ragno, mostri di ogni specie, per aiutare una leggiadra fanciulla, di nome Ginevra, a ritrovare delle pietre preziose magiche che un drago le ha sottratto. Tra mille difficoltà e continui colpi di scena i due protagonisti riescono a penetrare nel castello del drago e a recuperare le pietre preziose, che il nonno di Ginevra aveva regalato alla ragazza. Poi però il sogno svanisce e Riccardo si risveglia nel suo letto, pronto a vivere, come ogni ragazzo moderno, le vicissitudini di un giovane della sua età. Riccardo, d’altra parte, rimpiange Ginevra e vorrebbe rincontrarla, sognandola di nuovo, ma non ci riesce. Finché nella scuola che frequenta incontra una ragazza moderna, di nome Marianna, in tutto simile alla Ginevra che aveva sognato. Riccardo è perplesso e confuso. Non si spiega come le due ragazze, Ginevra e Marianna, possano essere così eguali, fino ad identificarsi in un’unica persona. Frequenta la ragazza e si meraviglia sempre più della somiglianza tra le due giovani. Mentre è a scuola, durante l’intervallo, confessa al suo amico del cuore le sue perplessità e, una volta rimasto solo, si appisola sul banco e sogna finalmente di nuovo Ginevra. Ma il sogno questa volta si mescola alla realtà e…

Nessuno è perfetto

Share This